A proposito di AstraZeneca. Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, esponente del MoVimento 5 Stelle, intervenuto su Radio Cusano Campus, durante la trasmissione L’Italia s’è desta, ha affermato: «Se tu rifiuti di fare il vaccino AstraZeneca non puoi scegliere di farne un altro, poi dovrai rimetterti in fila e non è detto che non ti ricapiti sempre con AstraZeneca, salvo che, facendo l’anamnesi, il medico decida che per il tuo stato di salute sia necessario farne un altro».

Inoltre, come riportato da IlGiornale.it, chi dovesse rinunciare al vaccino AstraZeneca potrebbe finire in fondo alla coda. Questa, però, non è una novità correlata all’impatto emotivo sulle notizie su questo vaccino – e proprio oggi si attende il pronunciamento di EMA – ma è una ‘regola’ presente sin dall’inizio della campagna vaccinale. «Tale situazione potrebbe toccare sia a coloro che non si presenteranno a un appuntamento già prenotato, sia a coloro che non si prenoteranno prima della scadenza prevista per la propria categoria, che può riguardare la fascia di età o la professione, come per esempio i docenti. Essere messi in fondo alla fila vorrà dire dover aspettare almeno tre mesi prima di venire vaccinati».

Premettendo che sono un convinto SìVax e da tempo sui social ‘combatto’ contro chi dice che il vaccino fa male a prescindere, ecc., da uomo altresì innamorato delle libertà individuali, non mi piace l’idea che un cittadino, quando arriva il suo turno, non possa decidere quale sia il vaccino che voglia inoculato.

Soprattutto perché, oltre ad AstraZeneca, ci sono anche i farmaci di Pfizer e Moderna e presto arriverà anche quello di Johnson&Johnson (che è un monodose, tra l’altro). Per di più, forzare la gente a somministrarsi AstraZeneca anziché spiegare con una corretta campagna di sensibilizzazione, utilizzando TV, Radio e internet, che è sicuro, potrebbe creare l’effetto opposto, ovvero scegliere di non sottoporsi al vaccino.

Quindi, attenzione con gli obblighi e le ‘minacce’. La gente va rassicurata non punita, altrimenti altro che immunità di gregge in estate…

Rispondi