Dagli Stati Uniti d’America la notizia di un nuovo ‘mestiere’ che sa di tristezza: una donna ha rivelato che, quando è lontana dal marito, paga un professionista che la coccola. La tariffa? 80 dollari all’ora, ovvero quasi 68 euro. Ne dà notizia LadBible.com.

Certo, da marito, non potrei accettare che mia moglie pagasse qualcuno per coccolarla, eppure per il consorte di Saskia, che si chiama Arthur, non ci sarebbe alcun problema. Il servizio ha un nome: Cuddlist. E la donna, che fa l’attrice a New York, si fa abbracciare quando è lontana per lavoro dal suo uomo.

Saskia, a Love Don’t Judge, ha spiegato: «Molte persone pensano che è strano che io acceda a servizi di coccole perché sono sposata ma non m’interessa ciò che pensano gli altri. Amo l’affetto e amo il modo in cui fa sentire il mio cuore. Mio marito non è geloso al 99% perché faccio l’acquisto con lui e gliene parlo».

Certo, è quell’1% che fa pensare…

Arthur, dal canto suo, ha detto: «Io e Saskia abbiamo una relazione monogama ma non credo che le coccole violino l’integrità del nostro rapporto. A Saskia piace molto il contatto: è a suo agio con le altre persone ed è affettuosa. Quando siamo insieme ci coccoliamo tutto il tempo per questo capisco perché ha bisogno di quel contatto umano».

E Sasha: «Non sto infrangendo nessun accordo con mio marito, non sto infrangendo la legge, sto solo ‘mangiando’ qualcosa di veramente delizioso e fantastico».

Contenti loro…

Rispondi