Il Regno Unito è in lutto per la morte del principe Filippo, il consorte della Regina Elisabetta. E sono a lutto anche i fan di The Crown.

Ma lo è anche una tribù che si rivolgeva al principe Filippo come a un dio ed è rimasta sconvolta quando ha saputo del decesso. Ne dà notizia il Daily Mail.

Infatti, gli uomini e le donne della tribù Yaohnanen, che vivono sull’isola Vanuatu di Tanna, pregavano il principe Filippo ogni giorno per proteggere i loro raccolti. Quindi, sono rimasti ovviamente rattristati dalla notizia della morte del consorte della regina Elisabetta, appresa da una donna di un vicino resort.

Mary Niere, che lavora come contabile presso il White Grass Ocean Resort and Spa, ha dichiarato al Daily Mail che la notizia è stata un duro colpo per la comunità locale: «Quando ho detto all’anziano del villaggio che il principe Filippo era morto è rimasto scioccato e mi ha chiesto se stessi dicendo la verità perché non riusciva a crederci». E ancora: «Gli uomini della tribù erano in silenzio e guardavano in basso. Molte donne piangevano».

La tribù, composta da circa 400 persone, adora il principe Filippo da molti anni. Tuttavia, il duca di Edimburgo non ha mai messo piede su quell’isola, quindi non è chiaro da dove derivi esattamente quell’adulazione.

Si ipotizza che quando i membri della tribù Yaohnanen lo videro accanto alla regina Elisabetta II nei ritratti della visita della coppia reale a Port Vila, negli anni 60, rimasero colpiti dal suo matrimonio con una donna così potente. E arrivarono a credere che fosse l’incarnazione umana di uno spirito vulcanico che, un giorno, sarebbe tornato a Tanna.

Il principe Filippo, però, sapeva di quell’ammirazione e inviava regolarmente fotografie di se stesso, poi collocate in un santuario costruito per lui. Un giorno la tribù gli restituì il favore, inviandogli uno strumento usato per cacciare i maiali. Il duca, poi, si fece scattare una foto con quell’attrezzo e la inviò sull’isola nel 1980.

Un giorno, inoltre, un gruppo di uomini della tribù, compreso il loro defunto capo Jack Naiva, navigò su una canoa per 240 chilomtri per salutare il principe Filippo a Port Vila.

Adesso si sta organizzando una grande festa in onore del defunto Principe.

Rispondi