SpaceX, l’azienda aerospaziale statunitense fondata da Elon Musk, ha ottenuto un contratto da 2,9 miliardi di dollari per costruire un gigantesco razzo chiamato Starship che porterà gli astronauti della NASA sulla luna.

Battuta la forte concorrenza di un certo numero di miliardari spaziali, tra cui il fondatore di Amazon Jeff Bezos, che aveva presentato un’offerta con la sua società Blue Origin.

L’astronave sarà progettata per portare gli astronauti della NASA sulle orbite lunari e sulla superficie lunare. Tuttavia, Musk ha un sogno: la stessa navicella spaziale potrebbe un giorno fare altrettanto per cominciare la colonizzazione di Marte.

Lisa Watson-Mortan, che sovrintende allo sviluppo dei lander lunari (i veicoli d’atterraggio), ha affermato: «Ci fidiamo della partnership tra la Nasa e SpaceX per portare a termine la missione Artemis e non vediamo l’ora di proseguire il nostro lavoro per lo sbarco degli astronauti sulla luna e per prepararci allo sbalzo gigantesco verso Marte».

La NASA ha annunciato il programma Artemis lo scorso anno, sostenuto dal presidente degli USA Joe Biden, che prevede anche la prima donna e la prima persona di colore a bordo del veicolo lunare. Insomma, sarà anche un viaggio politicamente corretto…

Rispondi